Le migliori sagre gastronomiche in Toscana

sagra in toscana

Le sagre gastronomiche in Toscana per scoprire le meraviglie di una splendida regione? Ottima idea! Una magica chiave per aprire le porte di un mondo fatto di paesaggi incantevoli e sapori unici, in grado di rapire le papille gustative e condurle per mano in un viaggio indimenticabile.

Sagre gastronomiche in Toscana: bellissimi luoghi da gustare

Una delle regioni più belle della penisola italiana, dove l’amenità dei luoghi si fonde perfettamente con i sapori della tradizione culinaria locale. È possibile gustare un luogo? In molti penseranno che è da pazzi pensare una cosa simile e tale interrogativo è solo un pensiero che vaga in una contorta mente. Invece, è proprio chi non riesce a capire il senso di questo logico interrogativo che deve essere necessariamente considerato matto.

Il viaggio non deve essere inteso come una semplice visita, come una rilassante passeggiata nei luoghi della storia o come un tour fotografico tra le bellezze paesaggistiche e monumentali di un determinato luogo. No, il viaggio ha mille e più sfaccettature. Una di queste è proprio quella relativa al gusto, ai sapori di una terra, vera anima che è possibile mettere a nudo. Ecco perché abbiamo esordito dicendo che le sagre gastronomiche in Toscana rappresentano il miglior modo per gustare, quindi ammirare le bellezze locali e mangiarle non solo con gli occhi.

Tra i dolci pendii di questa regione, che sempre si presenta come pronta ad ospitare ogni visitatore, continuano a regnare le regole del mangiar bene. La cucina toscana non vanta sapori che nelle tendenze gastronomiche moderne trovano la loro ragion d’essere. Al contrario, i piatti migliori assumono le sembianze di spartiti musicali sui quali si muovono lentamente dolci noti. Ognuna rappresenta un profumo, un ben definito sapore, a volte più forte, altre più delicato e raffinato. Tutte insieme, grazie alla sapiente guida di una antica e semplice tradizione gastronomica, danno vita ad una melodia di sapori che al meglio descrive ogni singolo luogo della regione. Ogni piatto rappresenta una bellissima cartolina: ecco perché la Toscana è da mangiare!

Ecco le migliori sagre gastronomiche in Toscana: siete pronti?

Pronti per cosa? Semplicemente per un viaggio tra sapori unici, che permettono di girare in toto una bellissima regione. Un tour molto particolare, o meglio un lungo treno sul quale salire al volo per scendere nelle più belle stazioni di borghi pittoreschi e fantastiche città.

Le sagre da gennaio a marzo

Nel più freddo periodo dell’anno è possibile prendere parte a calde manifestazioni gastronomiche, come la Festa del cioccolato artigianale di Empoli (gennaio) o la bellissima festa dedicata all’olio extravergine di Oliva a Lucca (febbraio).

Marzo è il mese del tartufo: è imperdonabile lasciarsi sfuggire la Mostra del Tartufo marzuolo nella piccola e caratteristica frazione di Cigoli (comune di San Miniato, Pisa) e tra le mura di Volterra (Pisa).

Il forte profumo di marzo anticipa i decisi sapori di aprile, mese dedicato alla Sagra del Cinghiale. Le due manifestazioni più grandi sono tenute a Certaldo (dove si svolge anche la Sagra del cacciatore) e Pontassieve, altri due luoghi dove gli occhi si perderanno tra le bellezze paesaggistiche e tra gli stretti vicoli di centri storici dove il tempo sembra essersi fermato. Nello stesso mese, a Pistoia, un grande evento attira tantissimi visitatori da tutta Italia: “La Toscana in bocca” è una delle sagre più gettonate del periodo, che prevede la degustazione di circa 80 piatti tipici.

Le sagre da maggio a ottobre

Cosa fare a maggio? Passione Maremma Wine Food Shire, a Grosseto, vi attende per un tuffo tra i sapori della Maremma. Da non perdere è anche l’appuntamento con Sgranar per colli, una delle più caratteristiche sagre gastronomiche in Toscana. Una bellissima passeggiata, contornata da degustazioni di ogni tipo, che offre la possibilità di ammirare dolci pendii e l’impareggiabile panorama che da Villa Bellavista (Buggiano, Pistoia) si apre dinanzi ai propri occhi.

In estate gli appuntamenti si moltiplicano, ma tra le tantissime manifestazioni due sono quelle più gettonate: la Sagra dei Pici nel borgo di Celle sul Rigo e la Sagra del Polpo a Livorno. A queste si aggiunge la Sagra della bistecca nel comune di Fucecchio (Firenze).

Un autunno senza castagne? Mai! Le sagre da non perdere sono quelle di Palazzuolo sul Senio e Marradi, così come la Sagra del Fungo e della Castagna a Vivo d’Orcia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *